Il completamento dei lavori di ripristino del piano viario dopo l’apertura della voragine di Piazza Buozzi, a Terni, dove ad inizio ottobre si era verificato un cedimento strutturale, viene salutato con soddisfazione dal Presidente Stefano Puliti, dall’amministratore delegato Graziano Bernardi e dal direttore generale della Sii, Paolo Rueca, che sottolineano “la tempestività dell’intervento per la riparazione dei danni subiti dalle condutture idriche, alleviando i disagi a cittadini, attività economiche e circolazione veicolare”.

Per quanto riguarda le cause del cedimento, il Servizio Irdico Integrato, ha elaborato uno studio che ha accertato come i cedimenti non siano riconducibili a reflui fognari o a danneggiamenti della rete idrica, escludendo quindi coinvolgimenti diretti nell’apertura della voragine. “Abbiamo affidato ad uno studio tecnico – precisano i vertici Sii – il compito di verificare se ci potessero essere responsabilità legate a strutture di nostra competenza ma dagli accertamenti tecnici eseguiti è risultato che questo non si è verificato e che le cause non sono riconducibili a responsabilità del servizio idrico”.