Il risultato, appare superfluo dirlo, è da assegnare per intero all’azione del Vicesindaco di Narni, Marco Mercuri, che da quattro giorni aveva messo in atto l’estrema protesta dello sciopero della fame in difesa dell’ospedale narnese, ricevendo il pieno sostegno del primo cittadino Francesco De Rebotti. Oggi, la notizia ufficiale del via libera alla chirurgia programmata in tempi più che brevi e di quella che nella struttura ospedaliera di Narni prenderanno corpo tutti i potenziamenti previsti dagli accordi precedenti. La Presidente della Regione Catiuscia Marini e l’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, hanno infatti confermato il futuro dell’intero impianto sanitario narnese, che sarà attuato senza ripensamenti e nella maniera più veloce possibile, per quanto riguarda l’ospedale di Via dei Cappuccini. Per questo, Marco Marcuri, ha interrotto lo sciopero della fame “che sarà però ripreso – ha spiegato – nel momento stesso in cui non vi dovesse essere il rispetto delle promesse”. Il 21 ottobre prossimo, l’amministrazione comunale di Narni sarà a Perugia per incontrarsi con quella regionale per sviscerare tutti i problemi e mettere le date vicino ad ogni azione di potenziamento dell’ospedale.