Si chiama “Kit intraossea” la nuova strumentazione destinata ad arricchire la dotazione sanitaria sia dell’Automedica di Terni, che delle ambulanze medicalizzate di Narni ed Amelia. La consegna dei dispositivi, donati dall’Associazione di volontariato “Ambulaife” di Terni, e avvenuta nei giorni scorsi nella sede di viale Bramante. Presenti – oltre al Presidente dell’associazione Ambulaife, Roberto Ricci – il direttore sanitario dell’Azienda Usl Umbria 2, Pietro Manzi e la responsabile del Servizio 118, Donatella Granati.

“Ringraziamo l’Associazione per l’attenzione e sensibilità dimostrate nei confronti degli assistiti del nostro territorio” – ha dichiarato il direttore sanitario dell’azienda sanitaria. “I nuovi dispositivi infatti – ha spiegato il dr. Pietro Manzi – potranno essere utilizzati dai sanitari del 118 durante le operazioni di soccorso sul territorio per l’infusione, direttamente nel tessuto osseo, di liquidi e farmaci nelle situazioni in cui non è possibile reperire un accesso venoso. Ciò – ha concluso – consentirà un trattamento precoce, ancor prima di giungere in ospedale, dei pazienti in stato di shock causato da trauma o da grave patologia cardiocircolatoria”.