Prenderà il via tra la fine del mese di ottobre e l’inizio di novembre, un corso base per volontari curato dall’Ufficio della Protezione Civile di Terni. Il corso, sarà rivolto in primo luogo a tutti i cittadini che hanno inviato la propria diponibilità a partecipare alle attività di volontariato in favore delle popolazioni coinvolte nel sisma del 24 agosto scorso.

Nei giorni immediatamente successivi all’evento, infatti, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Terni ha raccolto oltre duecento richieste per attività di volontariato nelle zone terremotate.

“La Protezione civile – specifica l’ufficio regionale – ritiene l’apporto dei volontari una risorsa fondamentale che però va gestita attraverso le associazioni iscritte all’albo regionale”. Come ha spiegato l’ufficio volontariato della protezione civile: “per intervenire nelle attività di soccorso è dunque necessario essere preparati ed adeguatamente equipaggiati altrimenti si mette a rischio la propria incolumità e quella delle persone che si vorrebbero assistere”. Per questo l’ufficio della Protezione Civile del Comune di Terni offre la possibilità di accedere ad un percorso di formazione e quindi di iscriversi ad un’associazione di protezione civile. Al corso potranno partecipare, gratuitamente, tutti coloro che hanno inviato la propria disponibilità nelle scorse settimane e che saranno comunque ricontattati dall’Urp del Comune di Terni per informazioni più dettagliate. Altre informazioni aggiornate saranno pubblicate anche sul portale di partecipazione www.prendoparte.it

Ulteriori iscrizioni relative al corso stesso saranno raccolte dall’ufficio Protezione Civile – presso la sede di Corso del Popolo n. 30 (Info al numero 0744.549821/826 oppure scrivendo all’indirizzo e-mail: protezione.civile@comune.terni.it).

Sono ammessi al corso uomini e donne di età pari o maggiore di 18 anni e non superiore a 65 anni. La durata complessiva sarà di 30 ore di cui 26 di lezioni teoriche e 4 di esercitazione pratica. I volontari che avranno frequentato almeno il 75% delle ore previste potranno partecipare alle prove di verifica finale.