Con il programma unico di esercizio si tende ad eliminare le sovrapposizioni tra i servizi su gomma, ferro e della modalità alternativa con la finalità di incrementarli. Intanto si sta anche operando per perfezionare il bando di gara ad evidenza pubblica per l’affidamento dei servizi su gomma comunali, provinciali e regionali e i servizi di trasporto lacuali sul lago Trasimeno. Servizi che, nell’unico bacino di traffico, dovranno rispondere in maniera più puntuale alle esigenze di mobilità dei cittadini e cogliere l’obiettivo dell’equilibrio tra ricavi e costi”. Per l’assessore regionale ai Trasporti Giuseppe Chianella, “in questa logica di maggior efficienza e razionalizzazione dei servizi ogni Ente coinvolto, Comuni e Province, è chiamato a fare la sua parte, tenendo conto delle risorse disponibili, continuamente ridotte. L’assessore regionale ai Trasporti si sofferma poi in particolare sul servizio di trasporto scolastico, nell’imminenza dell’apertura delle scuole. “Da parte della Regione c’è massima attenzione per i servizi scolastici che oggi sono offerti agli studenti delle medie superiori con il trasporto pubblico locale, mentre per gli alunni delle scuole elementari e medie inferiori devono essere offerti dai Comuni. Va ricercata una sinergia tra questi servizi – dice – al fine di assicurare un’offerta complessiva che non penalizzi nessuno e che garantisca la mobilità”. Su questo fronte, “la Regione si è anche impegnata a declinare modalità virtuose per l’assegnazione dei servizi scolastici ai minori, in età scolare tra 5/6 anni e 15/16 anni, di competenza dei Comuni – afferma – predisponendo linee guida atte a garantire comportamenti unitari da parte degli Enti su questioni quali la durata dell’appalto, gli investimenti, la modalità di assegnazione con offerta economicamente più vantaggiosa, controlli e verifiche successivi all’aggiudicazione del servizio”.