Il nuovo anno scolastico aprirà regolarmente lunedì 12 settembre, come previsto dal calendario regionale, per tutti gli studenti umbri, compresi quelli che frequentano le scuole nei centri colpiti dal terremoto”. È quanto afferma l’assessore regionale all’Istruzione Antonio Bartolini, che ieri ha convocato nella sede del Centro regionale di protezione civile a Foligno una riunione per verificare la situazione degli edifici scolastici. “Già dai giorni scorsi – ricorda l’assessore – ci siamo impegnati portando avanti un attento monitoraggio della situazione ed effettuando le necessarie verifiche sugli edifici. Confronto e collaborazione che proseguiranno anche nei prossimi giorni, così come continueranno le verifiche in base all’evoluzione degli eventi sismici per avere un quadro preciso e puntuale della situazione. Monitoraggi e controlli, continuati anche dopo la scossa delle 3.34 della notte passata, sono costanti per assicurare che le lezioni si svolgano in assoluta sicurezza per studenti, docenti e personale. Alcune scuole hanno riportato danni – rileva l’assessore – ma anche a Norcia, la città più colpita, si è pronti per avviare i lavori di sistemazione e in ogni caso, anche se l’ultima forte scossa impone cautela e gli interventi in alcune strutture non saranno ultimati presumibilmente fino a lunedì 19, la Regione metterà a disposizione finanziamenti e si programmerà un’attività alternativa alle lezioni frontali in classe. Dove necessario, le attività didattiche saranno svolte in prefabbricati o in altre strutture pubbliche disponibili”.