Ho riscontrato un lavoro molto positivo nella gestione dell’emergenza grazie al lavoro di tutti, svolto con spirito di grande collaborazione. Dalla protezione civile, a tutte le forze dell’ordine, dai volontari e agli amministratori locali”. Lo ha affermato Vasco Errani, commissario per la ricostruzione, che accompagnato dalla presidente della Regione Catiuscia Marini, dal capo della Protezione civile Fabrizio Curcio e dal prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, ha effettuato un sopralluogo a Norcia e nelle frazioni colpite dal terremoto. Arrivato al Centro regionale di protezione civile di Foligno, dopo un primo incontro con il personale, il commissario Errani ha visitato prima Castelluccio di Norcia e successivamente la frazione di San Pellegrino, per una verifica diretta della situazione. Quindi si è recato a Norcia per un incontro con tutti i sindaci dei Comuni coinvolti dal terremoto. “Il nostro primario impegno – ha affermato Errani – è la messa in sicurezza sia di questi centri sia di tutte le situazioni che si trovano in condizioni analoghe e chiudere il prima possibile i campi tende”. Il commissario per la ricostruzione ha riferito che, in attesa dell’installazione delle “casette”, d’intesa con i sindaci e con gli stessi cittadini, “ si cercheranno soluzioni alternative, a partire dall’autonoma sistemazione. “Stiamo già lavorando alla definizione del decreto legislativo per la ricostruzione – ha aggiunto Errani – mentre la Protezione civile continuerà a gestire l’emergenza. Infine al più presto partiranno le verifiche di stabilità degli immobili, indispensabili per poter avere un numero esatto dei cittadini ai quali dovremo garantire assistenza”.