La Provincia di Terni ha avviato verifiche e sopralluoghi in tutte le scuole di propria competenza a seguito del sisma verificatosi il 24 agosto. Gli accertamenti saranno terminati prima dell’inizio dell’anno scolastico e da quanto verificato finora non sono emerse problematicità legate a sicurezza e stabilità degli edifici. Tutti i certificati derivanti dai lavori eseguiti o a disposizione dell’ente sono stati consegnati ai dirigenti scolastici.

Le verifiche effettuate dagli uffici tecnici dei comuni del territorio provinciale sulle strutture pubbliche e private non hanno evidenziato situazioni di particolare pericolo. Il presidente Leopoldo di Girolamo e l’amministrazione provinciale stanno seguendo anche gli aspetti economici derivanti dal sisma, in particolare nel settore turistico. Secondo quanto reso noto dal Distretto integrato del turismo l’effetto mediatico del terremoto nel reatino-ascolano ha determinato inevitabilmente una contrazione degli arrivi e delle presenze in questi ultimi giorni nelle principali località turistiche del territorio provinciale. “Il consorzio si è attivato – spiega Stefano Notari, presidente del Dit – per garantire al turista sicurezza, fruibilità dei principali siti e la comunicazione con i visitatori stessi. È in corso di realizzazione – informa Notari – sia un sistema di booking on line per la prenotazione anche di una serie di servizi aggiuntivi ed un video promozionale del territorio”. Intanto il Dit fa sapere che le strutture aderenti al consorzio hanno deciso di donare 1 euro al giorno per ogni camera venduta per la durata di 15 giorni a partire dal 1° settembre.