“Il Comune di Terni si costituisca parte civile verso tutti i reati contro gli animali di affezione nel caso in cui vengano individuati i responsabili”. E’ la richiesta avanzata da Giampiero Crisantemi, responsabile del distaccamento di Terni della Guardia Nazionale Ambientale, che chiede di sapere dall’amministrazione municipale “come intenda procedere contro le uccisioni di gatti e cani che in più occasioni si sono ritrovati avvelenati da parte di cittadini senza scrupoli nella nostra città?”.

“Il Comune – ribadisce Crisantemi – non dovrebbe costituirsi parte civile verso tutti i reati ambientali e reati contro gli animali compreso quello degli anatroccoli della passeggiata nel caso in cui vengano trovati i responsabili?”

L’associazione Guardia nazionale Ambientale, riconosciuta dal Ministero dell’ambiente, “invita tutti i cittadini a denunciare e segnalare tutte le situazioni di maltrattamento animali e casi sospetti alle associazioni e organi competenti per evitare che questi killer di animali senza scrupoli continuino a uccidere esseri viventi in modo indisturbato”.