E’ costruito con le pietre provenienti da tutto il mondo l’Arco della pace di Guardea, per simboleggiare l’adesione ai principi universali della convivenza sulla terra. Tra le pietre quella di Nagasaki fusa dalla bomba atomica del 1945, quelle di Berlino i cui mattoni sono diventati simbolo di ricostruzione, la pietra verde dei Maori della Nuova Zelanda e la pietra di Francoforte ritrovata durante gli scavi nel ghetto ebraico. In questi giorni sono terminati gli interventi di restauro da parte del Comune che ha utilizzato fondi regionali per oltre 40mila euro provenienti dal Puc 3 anche per il recupero dell’adiacente piazza. I lavori sono consistiti nella sostituzione delle pavimentazioni in pietra e mattoni, nella tinteggiatura, nel ripristino integrale dell’impianto di illuminazione e nell’installazione delle telecamere a infrarossi per sorvegliare la zona h24. Tra gli interventi anche la messa in sicurezza e il miglioramento della strada di accesso a Santa Illuminata e la manutenzione del verde. In programma prossimamente, secondo quanto rende noto il Comune, anche l’installazione di giochi per bambini. L’Arco della Pace, o della Coscienza planetaria, fu inaugurato nel 2001 in occasione del Giubileo.