Servirà a monitorare il patrimonio immobiliare di Ater Umbria dal punto di vista strutturale, nell’ottica della prevenzione sismica degli edifici pubblici, l’accordo di collaborazione sottoscritto tra Ater Umbria e Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia. L’accordo consentirà di integrare le conoscenze e le attività di ricerca e formazione dei due soggetti per accrescere i livelli formativi e migliorare la qualità degli edifici di edilizia residenziale pubblica. Il Dipartimento di Ingegneria è specializzato nella valutazione della sicurezza statica e sismica delle costruzioni, ma anche nella conservazione, valorizzazione, riqualificazione e monitoraggio dei beni edilizi ed architettonici. Gli immobili di Ater saranno oggetto di studio, dal punto di vista scientifico e didattico, ma anche di sperimentazione delle tecniche innovative di rinforzo adottate dal Dipartimento, in modo da conoscere l’evoluzione nel tempo del comportamento strutturale dei beni di particolare importanza storico-architettonica di proprietà dell’Azienda. Inoltre gli studenti avranno la possibilità di svolgere tirocini formativi e stage presso Ater Umbria, è prevista attività di formazione da parte del Dipartimento e di consulenza da parte di Ater, che istituirà anche borse o premi di studio e assegni di ricerca. I risultati ottenuti potranno essere oggetto di pubblicazioni scientifiche. Per la realizzazione del protocollo è stata istituita una Commissione paritetica con funzioni tecnico-operative, composta dall’Ingegner Massimiliano Gioffrè per il Dipartimento di Ingegneria e dall’Architetto Marco Larini per Ater Umbria.