E’ sempre alto l’impegno della Regione Umbria nel mettere in campo azioni finalizzate alla trasparenza e alla prevenzione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione e in particolare per gli appalti delle opere pubbliche”: lo ha affermato l’assessore regionale alle Opere pubbliche Giuseppe Chianella in occasione della firma con l’Università di Perugia, di una convenzione per l’accesso all’area riservata del servizio online relativo all’elenco regionale dei professionisti da invitare alle procedure negoziate per l’affidamento di servizi attinenti architettura ed ingegneria di importo inferiore a 100 mila euro. “La firma di questa convenzione – ha detto l’assessore Chianella – permetterà, tramite l’accesso all’area riservata del servizio online elenco regionale dei professionisti, di entrare nella banca dati per consultare, in forma riservata, i dati relativi ai professionisti inscritti nell’elenco e i relativi curricula. L’elenco potrà essere consultato anche dai soggetti aggiudicatori diversi dalla Regione, che devono affidare i propri servizi attinenti ad architettura ed ingegneria per un importo inferiore a centomila euro. Con tale strumento – ha aggiunto l’assessore Chianella – si sono volute snellire le procedure e velocizzare gli investimenti semplificando a monte l’individuazione dei soggetti da mettere in gara per affidare servizi tecnici di importo inferiore a centomila euro, senza necessità di provvedervi di volta in volta. In questo modo – ha concluso – si favorisce anche il lavoro degli uffici sgravandoli da una pesante attività di qualificazione dei professionisti da mettere in gara, garantendo ad ogni modo la massima trasparenza. Oltre all’Università – ha concluso l’assessore – sono molti anche gli enti locali che hanno aderito alla consultazione dell’elenco”. Nei prossimi giorni Regione Umbria ed Università degli Studi di Perugia stipuleranno anche la convenzione per l’utilizzo dell’Elenco regionale delle imprese e del Servizio on line “Elenco regionale delle imprese”, strumento per l’individuazione delle imprese da invitare alle procedure negoziate per l’affidamento di lavori pubblici di importo inferiore a un milione di euro.