È la prima volta che realizziamo un’innovazione sostanziale di azioni coordinate tra Regioni e Governo per sostenere con uno strumento universale per la lotta alla povertà”. E’ quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini in Conferenza delle Regioni dove si è tenuto un confronto tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti e i presidenti delle Regioni sulle azioni che il Governo sta mettendo in campo per la lotta alle povertà ed all’esclusione sociale. Provvedimenti che interesseranno innanzitutto le famiglie con minori, circa 280 mila nuclei familiari, nonché oltre 500 mila i minori interessati. La presidente Marini, che ha espresso apprezzamento per le iniziative annunciate, ha sottolineato con altrettanto favore “il metodo del confronto tra Governo nazionale e Regioni per la definizione di misure che però mi auguro divengano strutturali, modificando così anche una parte importante del nostro sistema di welfare, guardando con maggior attenzione alle povertà”. Entrando nel merito dei provvedimenti la presidente ha auspicato che il confronto con il Governo serva anche a valutare bene, nella fase di attuazione delle nuove misure, cosa emergerà nelle singole regioni rispetto alle reali condizioni di povertà, così come si dovranno valutare gli effetti delle azioni del Governo come delle singole regioni.