L’antico Palazzo dei Priori, nel cuore del centro storico di Narni, riapre domani alle 19. L’amministrazione ha infatti terminato i lavori di recupero e rifunzionalizzazione dell’edificio che rappresenta uno dei beni storico-culturali più importanti della città e che più ne identifica la storia civile. L’intervento è stato finalizzato anche all’eliminazione di tutte le aggiunte di epoca moderna e al ripristino di tutte le aperture preesistenti. La loggia monumentale torna ad assolvere alla sua funzione di spazio coperto di connessione fra la Piazza dei Priori ed il Palazzo stesso. Dalla loggia si può accedere agli ambienti retrostanti che saranno destinati alle attività di valorizzazione turistica del territorio e al Salone dell’ex Refettorio destinato alle attività culturali e manifestazioni di vario tipo. Sempre dalla loggia si accede all’“orto di poca considerazione” al di sotto del quale sono stati ricavato il Mercato Coperto dove è possibile ammirare un muro in opera poligonale databile all’età romana rinvenuto durante lo scavo archeologico. Al piano superiore si accede alla “Sala della Vergine” o del consiglio di Cernita, luogo dove storicamente si decidevano le regole civili della città, così detta per la presenza di un prezioso affresco raffigurante una Madonna con Bambino, riconducibile al 1488. Nella stessa sala sono visibili sulle pareti frammenti di stemmi, di cui uno riconducibile alla famiglia narnese degli Alberti, scudi e armi, insieme ad un Grifo rampante simbolo della Città. Parte del piano superiore e stata destinata a sede dell’Ente Corsa all’Anello.