Giovanni Solinas ha deciso di chiudere con la vita il 29 luglio 2015, nella cella del carcere di Sabbione dove era detenuto. Un evento drammatico che ha spinto chi lo conosceva a reagire. E’ nato così il Festival della Cultura in memoria di Giovanni Solinas in corso nella casa circondariale di Terni. Un gruppo di persone, i Condannati al Volontariato, ha deciso di consolidare e potenziare le attività a sostegno della funzione rieducativa della pena. I Condannati al Volontariato hanno attivato dieci laboratori all’interno della Casa Circondariale, che spaziano dalle attività di pedagogia teatrale e di poesia, di benessere psico-fisico, di conoscenza e di filosofia, ludico-ricreative fino alle attività volte a risolvere problematiche relative al tema delle affettività familiari. Alcuni laboratori sono già terminati, altri sono in corso, altri saranno attivati e conclusi entro il 29 luglio 2016, giornata conclusiva del festival, a un anno esatto dalla scomparsa di Giovanni Solinas.