L’assessore regionale alla Cultura Fernanda Cecchini ha incontrato a Palazzo Donini il ministro consigliere della Sezione Affari pubblici dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia Gloria F. Berbena. L’incontro si inserisce nel quadro di importanti collaborazioni realizzate a partire dal 2012 tra il Servizio Musei e soprintendenza ai beni librari della Regione Umbria e l’Information Resource Center dell’Ambasciata statunitense a Roma. Il consigliere Berbena, in questi giorni a Perugia in occasione della mostra “Tesori d’Arte” e del convegno “L’educazione all’arte e alla cultura: il ruolo delle istituzioni pubbliche e dei privati”, organizzato dalla Federazione nazionale dei Cavalieri del Lavoro e che si è svolto oggi alla Sala dei Notari, ha chiesto di poter incontrare l’assessore regionale alla Cultura insieme alla dirigente del Servizio regionale Antonella Pinna e a Olimpia Bartolucci, che in questi anni ha tenuto per la Regione i rapporti con l’Information Resource Center. Al centro del colloquio, i progetti culturali più importanti che la Regione sta portando avanti e la proposta di una collaborazione per un’iniziativa di levatura internazionale, da realizzare in Umbria, se possibile magari nell’ambito dell’edizione 2016 del Festival di Spoleto e con il coinvolgimento del Ministero dei beni e delle attività culturali.

Al ministro consigliere Gloria Berbena è stato in particolare presentato il progetto “Nati per leggere”, rivolto ai bambini nei primi anni di vita, che nella sua declinazione regionale ha creato una rete fra biblioteche, operatori culturali, genitori, ma anche medici e pediatri, con presìdi sul territorio, nella consapevolezza che leggere fa bene alla salute e al benessere del bambino. Dopo aver ricordato il rinnovato interesse anche a livello nazionale ed europeo per la promozione della lettura, al consigliere Berbena è stato presentato il progetto di organizzare in Umbria un evento sul tema della lettura e del suo rapporto con il “digitale”. Quale ospite d’onore è stata individuata la neuroscienziata americana Maryanne Wolf, docente presso la Tufts University del Massachussets e direttore del Center for reading and language research, tra le massime esperte di neurobiologia della lettura e dei disturbi correlati come la dislessia. Per questo evento, che prevede la collaborazione del Centro per il libro e la lettura, è stata richiesta la collaborazione e il sostegno dell’Ambasciata statunitense.