Le procedure di prossima attivazione del Por Fesr 2014-2020 Umbria sono state approfondite durante un seminario svolto a Villa Umbra, al quale hanno partecipato più di 130 fra professionisti, rappresentanti di enti ed operatori pubblici e privati. La giornata, organizzata dal Seu – Servizio Europa e dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, è servita a confrontarsi ed aggiornarsi sugli investimenti e le opportunità previste nei documenti di programmazione regionali riferiti al Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo e al Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale in corso di attuazione a sostegno della capacità d’innovazione e sviluppo dell’intera comunità regionale e del suo territorio.

In particolare, sono state approfondite le procedure del Por Fesr 2014-2020 Umbria che sono suddivise in sette assi prioritari: Ricerca e innovazione; crescita e cittadinanza digitale; competitività delle Pmi; energia sostenibile; ambiente e cultura; sviluppo urbano sostenibile e assistenza tecnica. Per il primo asse sono previste come procedure di prossima attivazione Azioni di sistema e progetti complessi; il secondo asse prevede l’attivazione di un progetto strategico “Agenda Digitale” per la banda ultralarga; per il terzo asse prevede il sostegno alle aree colpite da crisi produttiva; per il quarto asse è previsto l’acquisto di mezzi di trasporto pubblici a bassa emissione; per il quinto asse sono previsti fruizione e promozione delle risorse naturali e culturali. Per quanto riguarda il sesto e il settimo asse sono stati presentati programmi di sviluppo urbano sostenibile e un piano di rafforzamento amministrativo.