Il CoSEC, Comitato Servizi Educativi Comunali di Terni, torna sul tema della refezione scolastica. In una conferenza stampa che si è svolta presso la sala “Laura” della Siviera, sono stati illustrati alcuni punti. In riferimento all’audizione in II Commissione consiliare il CoSEC chiede la presenza dell’Assessore al Bilancio per illustrare in quella sede lo stato dell’arte dei conti economici del servizio refezione scolastica, i risparmi previsti dall’Amministrazione e le voci di taglio.

In riferimento alla piattaforma unitaria il CoSEC ha comunicato la costituzione di un gruppo di lavoro “Refezione Scolastica” composto da genitori di bambine/i che frequentano le scuole comunali e statali, nato per affrontare con carattere d’urgenza tale tematica. Il servizio di refezione scolastica è un servizio comunale unico, il rischio è che la riprogettazione del servizio, basato esclusivamente sul principio dell’economicità, porti alla chiusura delle cucine delle scuole comunali. Il loro rapporto fra utenti e servizio è economicamente meno vantaggioso, come dimostra già l’avvenuta chiusura di alcune di esse, con conseguente passaggio alla modalità trasportato. Il gruppo di lavoro assume come punto di riferimento l’atto d’indirizzo recante in oggetto “Servizio di refezione scolastica, coinvolgimento del Consiglio Comunale e dei comitati dei genitori nei processi decisionali dei criteri di gestione del servizio”, protocollato al Comune di Terni il 15 dicembre 2015, in quanto atto unitario, condiviso e punto di sintesi a tutela del bene comune e degli interessi ,della totalità dell’utenza. Partendo dall’atto di indirizzo unitario, il Comiteto ritiene alcuni punti fondamentali per l’avvio di ogni discussione: il mantenimento delle cucine all’interno delle scuole, con la preparazione dei pasti in loco e il ripristino dei pasti in loco nelle scuole con servizio di refezione esterna; rifiuto dell’applicazione della logica del massimo ribasso come criterio principale, se non unico, per l’assegnazione della gara d’appalto; salvaguardia degli attuali livelli occupazionali del personale impiegato, della loro carriera lavorativa e dei diritti acquisiti; l’iniziativa pubblica di venerdì 5 febbraio, che si terrà alle 17 alla Sala Conferenze Attilio Romagnoli – Casa delle Donne, dal titolo “Refezione scolastica: scenari a confronto, soluzioni possibili.” Il seminario metterà a confronto diverse realtà italiane ed esperti sul tema della refezione scolastica.