La strategia ‘aree interne’ rappresenta una straordinaria opportunità di crescita e sviluppo del comprensorio orvietano-pievese. Grazie a oltre 12 milioni di euro di risorse pubbliche qui potranno essere realizzati concretamente progetti che sappiano far leva sui punti di forza di questo territorio per superarne debolezze e criticità, contribuendo così a determinare nuovo sviluppo”. È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini intervenuta ad Orvieto per l’illustrazione del progetto denominato “Preliminare di strategia dell’area interna sud-ovest orvietano: una terra ricca di tempo, tra borghi storici, beni culturali e ambientali”. “Questo incontro di lavoro – ha affermato la presidente Marini – è l’ulteriore tappa di un percorso a suo tempo intrapreso per cogliere la sfida culturale e di metodo del governo del territorio che mettesse al centro le imprese e i cittadini. È quindi una sintesi costruttiva del lavoro che abbiamo avviato insieme anche alle Amministrazioni Comunali del territorio, ai cittadini e agli animatori dello strumento ‘Aree Interne’”.

La presidente Marini ha quindi sottolineato la necessità di “passare alla fase di definizione dell’ordine di priorità e di azioni che stanno all’interno di questo quadro strategico. L’intento è quello di utilizzare idee e progetti che già sono stati definiti, individuare e scegliere le azioni che oggi sono ritenute più strategiche delle altre; azioni che – ha concluso Marini – si possono allocare negli strumenti della programmazione regionale già a disposizione”.