Nei giorni scorsi la Biblioteca Comunale di Terni ha celebrato il suo 12° anno di attività e per l’occasione lo scrittore e giornalista Giampaolo Simi – vincitore del premio Scerbanenco 2015 con il noir “Cosa resta di noi” – ha premiato i lettori più prolifici. Alla cerimonia è seguito un vivace scambio di idee in cui si è parlato di indagini e trame gialle, al quale ha partecipato, in quanto invitato sia come assiduo frequentatore della biblioteca che come rappresentante della Polizia di Stato, il Sovrintendente della Squadra Volante Luca Gronchi. Il Sovrintendente ha spiegato a grandi linee, le modalità di esecuzione e le finalità delle indagini di polizia giudiziaria, rispondendo a specifiche domande rivolte sia dai relatori che dallo scrittore, illustrando l’importanza della tempestività dell’intervento per garantire quanto più possibile che vengano assicurati e conservati tutti quegli elementi utili, che verranno poi sviluppati e – se del caso – acquisiti come prove, dagli investigatori delle altre articolazioni della Questura, come la Squadra Mobile.