Anche Terni si adegua alle norme restrittive applicate in tanti altri comuni italiani che hanno vietato i botti di Capodanno.

L’ordinanza firmata dal Sindaco Leopoldo Di Girolamo, che l’ha definita “un atto responsabile e di grande sensibilità” sarà valida dalle ore 6 del 31 dicembre 2015 fino alle ore 24 del 1° gennaio 2016, “al fine – si legge testualmente – di tutelare la sicurezza, l’incolumità dei cittadini, la tutela degli animali e le condizioni di vivibilità del territorio. Sarà vietato far esplodere fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili materiali pirotecnici in luoghi aperti al pubblico ed in vie, piazze ed aree pubbliche ove transitino o siano presenti i soggetti più fragili e gli animali, con particolare riguardo alle aree a distanze inferiori a 200 m da ospedali, cliniche, luoghi di ricovero e cura, fatto salvo ove vi siano particolari autorizzazioni ai sensi e per gli effetti delle norme vigenti”.