Summit antismog, quest’oggi, a Palazzo Donini, per coordinare e uniformare su tutto il territorio umbro le azioni previste dal Piano regionale per la tutela della qualità dell’aria per contenere le emissioni atmosferiche di gas inquinanti.

Oltre alla Presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini, vi hanno preso parte l’assessore regionale all’Ambiente Fernanda Cecchini, il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, rappresentanti del Comune di Foligno, alcuni dirigenti regionali dei comparti Sanità e Ambiente ed il direttore generale dell’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale, Walter Ganapini.

La Governatrice regionale ha spiegato di aver convocato gli amministratori delle aree a maggior rischio di inquinamento atmosferico che in questo periodo di prolungate condizioni meteorologiche sfavorevoli presentano valori più elevati di concentrazioni di polveri fini e ossidi di azoto “per condividere – ha spiegato insieme all’assessore Cecchini – le strategie da adottare in tutti i Comuni interessati con l’obiettivo di accelerare l’adozione di azioni strutturali che possano consentire di ridurre le emissioni in tutti i settori: traffico, riscaldamento, attività produttive. Dobbiamo limitare l’uso dell’auto privata e promuovere l’uso dei mezzi di trasporto pubblici e di modalità di trasporto collettive e inoltre favorire l’incremento dell’efficienza energetica nei processi produttivi e la sostituzione dei sistemi di riscaldamento tradizionali con sistemi ad alta efficienza”.

La Regione intende istituire un tavolo permanente di coordinamento in cui saranno coinvolti anche gli altri Comuni umbri interessati, ovvero Corciano, Città di Castello e Narni.

Domani l’assessore Cecchini parteciperà alla riunione con i rappresentanti delle Regioni e dei Comuni convocata dal ministro all’Ambiente, Gian Luca Galletti, per condividere una strategia di intervento e rafforzare le misure strutturali di contenimento dell’inquinamento atmosferico.