91 partecipanti, 12 team, 3 sfide, 2 giorni per elaborare una soluzione. E’ questo quanto accaduto a Terni, al CAOS, nel primo hackathon delle scuole per la cultura. 91 studenti degli istituti superiori di Terni e Narni, divisi in 12 team, sono stati chiamati ad affrontare tre sfide legate alla candidatura di Terni a Capitale Italiana della Cultura e a cercare di risolverle progettando prodotti o servizi rivolti ai loro coetanei:. La prima sfida, dal titolo “Terni è bellissima”, voleva stimolare i giovani a trovare idee per valorizzare e raccontare la propria città partendo dai suoi punti di forza. La seconda sfida dal titolo “A lavoro!” ragionava intorno ai temi dell’alternanza scuola lavoro e la terza, “Beni comuni” li spingeva all’individuazione di soluzioni che favorissero l’utilizzo e la messa in rete dei beni comuni. Ad accompagnare i 12 team un pool di tutor esperti multidisciplinari che sono stati a disposizione dei gruppi in vari momenti del percorso per confronti e pareri. A conclusione della maratona i team hanno potuto presentare l’esito del proprio lavoro di fronte alla giuria popolare e alla giuria di esperti. Al termine delle presentazioni delle idee sono stati estratti i nominativi dei tre vincitori dei voucher messi in palio da ScuolaZOO e consegnati dalla referente locale Camilla Panerai: Isabella Tatò (Classico), Chiara Genua (Galilei), Arianna De Carolis.(Ghandi).

Culture Hack si è concluso con tre team vincitori, uno per ciascuna delle 3 sfide: per “Terni è Bellissima” si sono classificati primi il team denominato AIRBNB con il progetto dal titolo CITY PORTR8; per la sfida n°2 si è classificato primo il progetto Bridge to Job del team 8 denominato Snapchat; la sfida n°3 infine è stata vinta dal progetto Smart Power del Team n°4 denominato INSTAGRAM. I premi consistono in 3 viaggi studio presso le capitali europee della cultura del 2016: San Sebastian in Spagna e Breslavia in Polonia.