È stato firmato un protocollo d’intesa con cui Regione Umbria e Conferenza Episcopale Umbra si impegnano a promuovere e sostenere iniziative a carattere locale, nazionale ed internazionale, in occasione del Giubileo della Misericordia. La presidente Catiuscia Marini ha sottolineando il fatto che “esistono forti elementi di coerenza e profondi legami tra gli obiettivi e le azioni della Regione Umbria e della Conferenza Episcopale Umbra, tali da rendere opportuna e necessaria l’identificazione di comuni ed articolate forme di collaborazione e cooperazione nelle attività di preparazione e in quelle di svolgimento degli eventi connessi al Giubileo”. Il vicepresidente Fabio Paparelli ha quindi affermato che “la Regione Umbria è impegnata nella programmazione e nella partecipazione alle iniziative intraprese per il Giubileo nonché a realizzare forme di collaborazione atte a creare utili sinergie. Il Giubileo contiene anche un preciso richiamo alla pratica del pellegrinaggio, pertanto particolare rilievo assumono i Cammini, la maggior parte dei quali risulta già molto strutturata e attiva in Umbria”. E’ quindi prevedibile che il Giubileo costituisca occasione straordinaria per l’afflusso di numerosi pellegrini provenienti da tutto il mondo in Italia, con tappa principale a Roma, ma con immancabili ricadute sui maggiori santuari e le principali città d’arte dell’Umbria.