Inaugurato ad Orvieto un centro diurno per l’assistenza e la cura delle disabilità fisiche e psichiche per adulti e bambini e la nuova residenza sanitaria assistenziale all’interno dell’ospedale. Il nuovo centro è ospitato in un vecchio edificio di proprietà del Comune, ristrutturato e reso funzionale per la sua nuova destinazione grazie alle risorse messe a disposizione in gran parte dalla Regione.

“Questi servizi sono di grandissima importanza – ha detto la presidente Catiuscia Marini – innanzitutto per i pazienti e poi per le famiglie che portano tutto intero sulle loro spalle il peso dell’affettuosa assistenza per garantiscono ai loro congiunti. E grazie a queste nuove strutture noi vogliamo che le famiglie si sentano un po’ meno sole. In Umbria – ha affermato Marini – siamo praticamente al 54% di risorse dedicate ai servizi sanitari territoriali”. Ricordando infine il nuovo piano sociale della Regione, attualmente in fase di partecipazione prima della sua adozione, la presidente Marini ha ribadito come esso sia particolarmente attento a questi bisogni e al cosiddetto tema del “dopo di noi” – vale a dire il momento in cui la rete familiare non sarà più in grado di garantire l’assistenza e la cura al parente disabile – auspicando che presto il Parlamento approvi la legge per l’assistenza ai disabili.