Presentato, presso la Biblioteca del Circolo Lavoratori Terni, il progetto scuola nell’ambito della 6^ edizione della maratona di San Valentino che si correrà domenica 21 febbraio 2016. All’incontro oltre ai rappresentanti dell’Amatori Podistica Terni hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni interessati dalla maratona, dell’Ufficio Scolastico Regionale, dell’Istituto Casagrande/Cesi, del Liceo Artistico Metelli – che hanno contribuito alla realizzazione della medaglia che accompagna l’edizione 2016 della maratona – dal CLT, dal DIT e da alcuni rappresentanti delle società podistiche ternane. Il presidente dell’APT Fabio Laoreti ha sottolineato la straordinaria crescita dell’evento maratona che ha raggiunto un livello davvero di grande spessore e della ricaduta che determina sul piano turistico, commerciale, ricettivo e della crescita complessiva del territorio. Laoreti ha ricordato anche i dati della scorsa edizione: 2000 iscritti per le gare competitive e 600 alla Family run, più di 1000 pernottamenti negli alberghi della città e del comprensorio. In questo contesto è stato sottolineato il coinvolgimento della scuola e della straordinaria importanza del ruolo di alunni e studenti per la crescita del progetto. Il ruolo della scuola estrinseca attraverso diversi progetti: il concorso di disegno “Bruno Fogu” rivolto alle scuola primaria, l’accoglienza dei podisti tramite gli studenti dell’Istituto Cesi/Casagrande e per la 6^ edizione è stata attivata una nuova collaborazione con il Liceo Artistico Metelli per la realizzazione della medaglia rappresentativa della maratona, prezioso ricordo per tutti i podisti partecipanti. L’incontro si è concluso con la consegna da parte dell’APT di una targa ricordo al Liceo Artistico Metelli “Per l’impegno dimostrato nella divulgazione dell’immagine della Maratona di San Valentino 6^ Edizione 2016″, alla studentessa Alessia Santarelli che ha prodotto la medaglia scelta per“Per aver messo la Basilica di San Valentino come punto di riferimento dell’amore universale” e di gadget agli studenti del Metelli che hanno partecipato ai lavori.