Presentato questa mattina il Programma diocesano del Giubileo della Misericordia che avrà inizio domenica 13 dicembre con l’apertura della Porta Santa della cattedrale di Santa Maria Assunta da parte del vescovo Giuseppe Piemontese. Saranno undici mesi di iniziative a carattere religioso, culturale e sociale per rigenerarsi nella fede, che coinvolgono le principali attività pastorali e le sette vicarie della diocesi. Domenica la cerimonia di apertura della Porta della Misericordia del duomo Terni avrà inizio alle 17 con il ritrovo dei pellegrini nella chiesa di San Pietro, seguirà poi la processione che, alle 17.30, si concluderà davanti alla cattedrale di Santa Maria Assunta (l’unica chiesa giubilare diocesana meta di pellegrinaggio), dove il vescovo Giuseppe Piemontese aprirà la porta centrale e presiederà la concelebrazione eucaristica con i sacerdoti della diocesi. Lunedì il vescovo farà visita al carcere di vocabolo Sabbione ed aprirà la porta della Misericordia per i detenuti. Per i malati ricoverati al Santa Maria, il Giubileo sarà invece celebrato l’11 febbraio, con l’apertura della Porta Santa nella cappella dell’ospedale.

Previste giornate giubilari anche per i lavoratori e per le istituzioni civili e militari, oltre ad eventi culturali. Un gruppo di volontari svolgerà poi servizi di accoglienza e accompagnamento dei pellegrini, mentre ad Amelia verrà inaugurata la Cittadella della solidarietà, una nuova Opera segno della Caritas diocesana, dedicata al Giubileo, nata per rispondere ai bisogni delle persone in difficoltà. Tutti gli eventi sono stati organizzati dalla diocesi in sinergia con il Comune e con la partecipazione della prefettura e delle forze dell’ordine.