Percorsi meccanizzati, aree verdi, valorizzazione culturale, sviluppo del turismo e innalzamento della qualità della vita. Sono queste le caratteristiche principali del recupero del complesso monumentale del Sant’Agostino che sarà inaugurato dall’amministrazione comunale di Narni alle 11.30 di domani. Il cuore del percorso è rappresentato da un ascensore e da una parte pedonale per uno sviluppo totale di circa 250 metri. L’itinerario inizia dal parcheggio del Suffragio e dopo aver attraversato le mura cittadine raggiunge l’area dell’antico refettorio del Sant’Agostino. Da lì, attraverso il chiostro, finisce in Via dell’Asilo. Il tragitto supera un dislivello di 23 metri, di cui 15 con ascensore e ad esso si affiancano percorsi alternativi che collegano via Aurora e l’area verde contenuta dal bastione cinquecentesco.