La Regione Umbria si è già attivata con Trenitalia per valutare la possibilità di modifiche nel nuovo orario ferroviario che entrerà in vigore il 13 dicembre e affinché i collegamenti siano effettuati con treni adeguati in modo da evitare il ripetersi di disservizi quali quelli che si sono verificati nei giorni scorsi per l’Intercity Tacito”. Lo afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Giuseppe Chianella che sottolinea il “costante impegno dell’amministrazione regionale per la migliore efficienza del servizio di trasporto ferroviario e collegamenti rapidi con le maggiori direttrici nazionali”. In fase di partecipazione sulla proposta del nuovo orario, durante gli incontri con le associazioni dei consumatori, sono state recepite le osservazioni pervenute dai Comitati dei pendolari e “la Regione si è immediatamente attivata – dice l’assessore Chianella – per verificare la possibilità di soddisfare le richieste di modifica. Abbiamo pertanto chiesto alla Direzione regionale di Trenitalia di valutare la possibilità di ripristinare la fermata a Narni del treno RV 2480 (Roma/Perugia) e di garantire la coincidenza ad Orte del treno RV 3377 (Terontola/Roma) con il treno RV 2478 (Roma/Foligno”. per dare una positiva risposta ai pendolari orvietani diretti a Terni. Allo stesso tempo, la Regione è intervenuta per sollecitare la Direzione Nazionale Passeggeri di Trenitalia, titolare del contratto di servizio con il Ministero dei Trasporti per i treni Intercity, affinché “provveda a mettere a disposizione materiale rotabile adeguato a superare le criticità riscontrate dal treno IC 580 Tacito.”