In occasione della Giornata Nazionale Parkinson, promossa dall’Accademia LIMPE-DISMOV (Accademia Italiana per lo Studio della Malattia di Parkinson e i Disturbi del Movimento) e dalla Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS, il 28 novembre, dalle ore 11 alle 13, nell’aula A del Centro di formazione dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni si terrà un incontro pubblico in cui malati, familiari e chiunque sia interessato alla patologia potranno confrontarsi con i medici del centro Parkinson della struttura complessa di Neurologia diretta da Carlo Colosimo, che da più di 25 anni si occupa di questa malattia a livello nazionale ed internazionale, per avere informazioni su diagnosi clinica e genetica, aspetti neuropsicologici e sociali, terapie che possono aiutare a contrastarne i sintomi.

LAlzheimer è il disordine neurodegenerativo più diffuso nella popolazione sopra i 60 anni con un tasso di incidenza che aumenta notevolmente con il crescere dell’età. In Italia la malattia di Parkinson colpisce circa il 2% degli over 65, in Umbria i malati sono circa 3mila. Il sintomo principale è costituito da un’alterazione del movimento volontario e automatico che diventa più lento e difficile e si associa spesso a rigidità e al caratteristico tremore. Le cause di sofferenza riguardano oltre la ridotta mobilità e le cadute, anche disturbi del sonno, perdita delle abilità, disturbi dell’affettività e delle emozioni, difficoltà relazionali fino all’isolamento, con una consapevolezza quasi sempre lucida dei cambiamenti.