Allargare e rafforzare le basi amichevoli per realizzare una serie di scambi nel settore dell’istruzione tra l’Umbria e la Provincia del Sichuan attraverso la promozione dell’insegnamento della lingua cinese e italiana, gemellaggi tra le scuole, lo scambio di docenti, ricercatori e personale amministrativo, la formazione e visite di studio: sono questi gli obiettivi del memorandum d’intesa per la collaborazione nel settore dell’istruzione sottoscritto dal vicepresidente della Regione Umbria Fabio Paparelli e dal vicedirettore generale del Dipartimento Istruzione della Provincia del Sichuan Liu Xiaochen. L’intesa, siglata a Chengdu nell’ambito delle iniziative della missione della delegazione dell’Umbria in Cina, è stata preceduta nei giorni scorsi da un analogo accordo con la Commissione Istruzione di Chongqing e fa seguito agli accordi recentemente siglati a Perugia tra il Dipartimento Istruzione del Sichuan, l’Università degli studi di Perugia e l’Università per Stranieri di Perugia, nel quadro delle attività di “Umbria Academy” con cui la Regione Umbria intende promuovere all’estero, in particolare in Cina, l’offerta formativa delle proprie Università e istituti di alta formazione. Secondo il documento verrà creata un’unità di coordinamento i cui componenti saranno nominati dalla Regione Umbria, dalle Istituzioni di alta formazione dell’Umbria e dal Dipartimento Istruzione della Provincia di Sichuan. Le Ambasciate di Italia e Cina verranno periodicamente informate delle iniziative che verranno programmate nei rispettivi territori.