Da tempo hanno un sogno nel cassetto: realizzare una casa famiglia per ospitare ragazze e ragazzi disabili. Da genitori pensano al “dopo di noi”, quando non potranno più accudire i loro figli. Un sogno, quello dei genitori volontari che nel 1996 diedero vita a Norcia all’associazione “Tutti i colori del mondo”, che presto potrebbe realizzarsi. L’immobile l’hanno già disponibile, ed il progetto di ristrutturazione pure. Ora devono trovare le risorse necessarie. “Ci aiuti a sognare”, con queste parole il presidente dell’associazione Pasquale Di Curzio e la vice presidente Fabrizia Felici hanno accolto la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini che ha voluto visitare la sede dell’associazione e la parte dell’immobile che dovrebbe accogliere la futura casa famiglia. Furono proprio Pasquale Di Curzio e Fabrizia Felici a dar vita all’associazione, con l’obiettivo di dare un’alternativa di vita a ragazzi meno fortunati, realizzando una serie di iniziative a loro vantaggio, da laboratori artigianali, a corsi per approfondire le loro conoscenze e migliorare l’autonomia. Oggi l’associazione “Tutti i colori del mondo” si è ormai affermata ed è divenuta un punto fermo sia per la cura dei disabili, sia per il mondo del volontariato, vero protagonista e motore del lavoro dell’Associazione.
“Conosco da anni l’amore e la passione di tutti gli animatori di questa bellissima associazione – ha detto la presidente Marini – e sono sicura che il loro sogno lo realizzeranno. Sosterremo progetti come quello che si vuole realizzare qui a Norcia, soprattutto attraverso il Fondo Sociale Europeo”.