Sono oltre settecento gli ex-allievi che hanno frequentato i corsi di formazione e tirocinio organizzati dal Servizio Europa dell’Umbria dal 1990 ad oggi. E molti di loro attualmente li abbiamo ritrovati a Bruxelles, al lavoro dentro le Istituzioni Europee o come professionisti di valore che si sono fatti valere nella loro specializzazione. Per l’Umbria rappresentano un patrimonio di enorme valore che non può andare disperso”. L’assessore regionale Antonio Bartolini, in occasione del 25° anniversario dalla fondazione del Seu, ha incontrato a Bruxelles un numeroso gruppo di ex allievi. Il Seu-Servizio Europa è un’Associazione creata su iniziativa della Regione Umbria e di altre Istituzioni locali con l’obiettivo di avvicinare l’Europa al cittadino, diffondendo la conoscenza del processo di integrazione europea presso il grande pubblico, i gruppi di interesse, le istituzioni locali, le imprese. Attualmente, considerato lo sviluppo dell’approccio dei sistemi locali all’Europa e lo sviluppo degli elementi della cittadinanza europea, al Servizio Europa sono affidate attività di divulgazione della cultura dell’utilizzo degli strumenti della politica di coesione europea, assieme alla diffusione continua di informazioni mirate circa le opportunità per cittadini, enti locali e imprese derivanti dalla partecipazione al processo di integrazione europea. Nell’ambito della riorganizzazione delle Agenzie partecipate dalla Regione Umbria, il Seu è stato oggetto di una trasformazione sfociata, nel gennaio scorso, nella revisione statutaria che ne ha semplificato gli organi sociali e rinnovato la compagine sociale per consolidare il patrimonio di esperienza e di relazioni costruito in questi anni, come strumento a supporto di tutte le Amministrazioni locali. In questa prospettiva, sono state rafforzate tutte le forme di collaborazione e forte sinergia con il Consorzio “Scuola Umbra di Pubblica Amministrazione Villa Umbra” e con l’Ufficio di rappresentanza della Regione Umbria a Bruxelles. “La fitta rete di incontri e di iniziative che abbiamo organizzato in questi giorni nella sede della regione Umbria a Bruxelles – ha affermato l’assessore Bartolini – ci ha permesso di discutere delle opportunità e delle problematiche della politica comune europea. La nostra idea – ha sottolineato Bartolini – è quella di creare un’associazione che permetta a tutti questi ormai affermati professionisti di ritrovarsi periodicamente e aiutare la nostra Regione nei rapporti con la Comunità Economica Europea. Una sorta di Ambasciatori umbri, insomma, – ha concluso l’assessore – in grado di promuovere l’economia della nostra Regione e di orientarci all’interno della politiche europee”.