È “la Grecia” il tema scelto per l’edizione 2015 di “Umbrialibri – Nutrimenti culturali”, che si svolgerà a Perugia, presso il Complesso monumentale di Borgo XX Giugno dal 13 al 15 novembre, con una tre giorni a Terni dal 27 al 29 novembre, al Caos, Centro per le Arti, sul tema “città”. Il focus proposto da UmbriaLibri sulla Grecia non sarà centrato sui problemi economici e sociali e di stringente attualità, ma sarà un percorso che porterà alla scoperta delle radici culturali dell’Europa, che trovano proprio nell’Ellade la sua culla di elezione. Per discuterne, interverranno personalità di spicco della cultura italiana e straniera: la poetessa e scrittrice greca Ersi Sotiropoulos, il filosofo Massimo Cacciari, il filosofo e giornalista Arnaldo Massarenti, il grecista Nicola Crocetti, lo storico e archeologo Mario Torelli, il filosofo Vincenzo Vitiello, il filosofo e musicista Massimo Donà, lo storico Gianfranco Maddoli, l’attore e scrittore Stefano De Majo. Inoltre, sarà presentata “Viva” la rivista evento di letteratura e arti – animata da Nicola Bultrini (poeta e critico letterario), Claudio Damiani (poeta), Stas’ Gawronski (autore in Rai di CultBook), Giuseppe Salvatori (pittore) e con l’intervento di Lorenzo Chiuchiù (poeta) – che avrà un numero specifico dal titolo: “La sofferenza della Grecia”. Umbrialibri 2015 sarà anche l’occasione per conoscere il meglio dell’editoria e della cultura nazionale. Tra gli ospiti della manifestazione ci saranno la giornalista e scrittrice Ritanna Armeni, il vincitore del Premio Strega 2015 Nicola Lagioia, gli scrittori Maurizio de Giovanni, Matteo Nucci, Giampaolo Simi, Enrico Vaime e l’artista Franco Venanti. Immancabile, naturalmente, l’appuntamento con il genere “nero”. La sezione Umbrialibri Noir si svolgerà nella suggestiva cornice del Corridoio del Trecento nella Basilica di San Pietro e ospiterà scrittori “cult”, quali i già sopra richiamati De Giovanni e Simi. Insieme a Umbrialibri torna “Radioeuropa”, la festa di Radio3, che nei tre giorni trasmetterà, dall’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie alimentari e ambientali, gran parte del suo palinsesto. Da segnalare l’incontro su associazionismo e partecipazione dal basso organizzato dalla rivista “Luoghi Comuni”, che da oltre un anno e mezzo dà voce al mondo delle associazioni, della cultura e del terzo settore a Perugia, nel corso del quale verrà altresì raccontata l’esperienza del giornale di strada greco “Shedia”. La mostra mercato dell’editoria umbra, con il pieno coinvolgimento degli editori umbri, nella duplice veste di espositori e di promotori culturali, rappresenta il punto di partenza e un appuntamento fisso. Infatti la peculiarità di questa manifestazione, rispetto alle tante iniziative che si svolgono in Italia, è di mantenere una forte connessione tra la produzione culturale nazionale e quella regionale.

Il concorso letterario, per ragazzi fra i 13 ed i 18 anni, residenti in Umbria, è intitolato, da questo anno, alla memoria di Marco Rufini, scrittore umbro e presidente della Giuria fin dalla sua prima edizione del 2009. A Marco Rufini sarà poi dedicato, a chiusura della manifestazione, un ricordo speciale, organizzato dal Circolo dei Lettori di Perugia insieme al Comune e alla Regione alla Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, lunedì 16 alle ore 21. C’è anche spazio per temi che, seppure fuori da quello centrale di questa edizione, sono di tale attualità ed importanza da essere ricompresi nel programma. Tra questi, quello delle violenze e abusi su donne e minori, che sarà affrontato dalla penalista milanese Alessia Sorgato con il suo libro “Giù le mani dalle donne”, un resoconto drammatico di forte impatto emotivo e insieme un “manuale di istruzioni” per imparare a difendersi in modo efficace, nel rispetto della legge. L’edizione di Umbrialibri 2015 sarà chiusa, domenica 15 alle ore 19, da un concerto di UmbriaEnsemble, con Angelo Cicillini e Cecilia Rossi (violino) Luca Ranieri (viola) M. Cecilia Berioli (violoncello) che suoneranno musiche di Puccini, Bolzoni e Pedini. Lunedì 16 ci sarà “Chiudendo Umbrialibri” con un seminario, a Palazzo della Penna, sulla figura di Ernesto de Martino. L’evento fa parte di un ciclo di incontri, organizzati da un’ampia rete di istituzioni culturali, Università ed enti di ricerca internazionali, che si svolgono in tutta Italia e che sono dedicati alla memoria del grande antropologo italiano nel cinquantesimo anniversario della sua scomparsa.