Non esiste alcun tipo di pericolo per la popolazione e tutte le necessarie misure di profilassi sono state attivate: è quanto sottolinea in una nota l’Usl Umbria 2 in merito al caso dell’insegnante di una scuola materna comunale di Terni ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Santa Maria dopo essere stata colpita da meningite. La profilassi antibiotica ha riguardato tutti gli 80 bambini dell’istituto scolastico, il personale (una quindicina di persone) e circa 30 soggetti dell’ambito familiare che hanno avuto un contatto diretto con la 45enne. Le attività di profilassi, spiega una nota dell’azienda sanitaria, sono state svolte anche “con la proficua collaborazione dell’ufficio scolastico, in particolare della responsabile professoressa Rosaria Moscatelli che sabato pomeriggio ha messo a disposizione gli elenchi completi del personale scolastico e dei bambini, con il distretto di Terni ed il personale del centro salute Tacito nonchè con il comando dei vigili urbani”.