E’ senza dubbio un modo particolare di ricordare una giornata triste ed una vicenda drammatica che però ci porta a riflettere sul lavoro nella Pubblica Amministrazione fatto di tanti dipendenti che ogni giorno sono a contatto con la realtà sociale e con i problemi di ciascuno di noi e cercano soluzioni”. La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini ha voluto sottolineare questo concetto ricordando Daniela Crispolti e Margherita Peccati, le due dipendenti regionali uccise il 6 marzo del 2013 mentre erano al lavoro nel proprio ufficio nella sede del Broletto a Perugia. E lo ha fatto in occasione della consegna del “Premio in memoria di Daniela Crispolti e Margherita Peccati”, a due giovani neo laureati dell’Università di Perugia, Ermenegildo Parenti di Avellino e Deborah Brufani di Perugia. La cerimonia di consegna dei premi si è svolta oggi, a Perugia, nel Salone d’Onore di Palazzo Donini, alla presenza dei familiari delle due impiegate uccise insieme all’assessore regionale Antonio Bartolini e ai rappresentanti della Prefettura e della Questura di Perugia, nonchè delle Università umbre.

Per questa edizione 2015, la Commissione, nel valutare le sei tesi pervenute, ha assegnato il Premio ex aequo a Ermenegildo Parenti con un punteggio di 95/100 per la tesi: “Appalti: legislazione europea e analisi economica con relatore il professor Marco Boccaccio – Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, Laurea Magistrale in Amministrazione e legislazione Aziendale; Deborah Rofani con l’elaborato dal titolo: “L’ossimoro della semplificazione in materia di appalti pubblici” con relatore il professor Antonio Bartolini dell’Università degli Studi di Perugia. Stefania Romizi di Castiglione del Lago e Gloria Sestito di Perugia, con il punteggio di 90/100, hanno ottenuto invece la Segnalazione di Eccellenza.

Il Premio annuale di laurea “Peccati-Crispolti” è giunto alla sua seconda edizione e consiste in due assegni del valore di 6 mila euro ciascuno e l’accesso ad un tirocinio extracurricolare nella Pubblica Amministrazione. L’importo per il vincitore è suddiviso in 3.000 euro per il Premio e 3.000 euro per lo svolgimento del tirocinio della durata di sei mesi ed è finalizzato ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra scuola e lavoro.