Soddisfazione è stata espressa dalle segreterie territoriali di Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil e Filt-Cgil dell’Umbria per la riuscita dello sciopero e del presidio dei lavoratori Novelli: mercoledì nella sede di Spoleto e oggi in quella di Terni. Operai e sindacati chiedono chiarezza e trasparenza nel percorso relativo ai nuovi assetti finanziari e industriali del gruppo, che dovranno garantire comunque il mantenimento dei livelli occupazionali ed il rilancio del business nell’intero perimetro aziendale. Con questa ottica, Flai, Fai, Uila e Filt hanno chiesto un incontro urgente al Mise con tutti i soggetti coinvolti per assicurare una prospettiva concreta a tutti i siti del gruppo Novelli in Italia.