Per tutelare la popolazione dalle punture di calabroni e vespe che rappresentano un problema di sanità pubblica, è stata siglata una convenzione tra Regione Umbria, Prefettura di Perugia e Comando regionale dei Vigili del Fuoco. La validità della convenzione, che rinnova la collaborazione in materia ormai consolidata tra le istituzioni firmatarie, è per l’anno 2015 e fatte salve diverse intese tra le parti da stabilire entro il 15 marzo di ogni anno, si considera rinnovata automaticamente e alle medesime condizioni, anche per gli anni 2016 e 2017. L’entità del contributo della Regione da erogare per l’anno in corso, sulla base della media degli interventi effettuati nel triennio pregresso, è pari a 85 mila euro. In base alla convenzione l’impiego operativo delle strutture, dei mezzi e del personale dei comandi provinciali è previsto per le situazioni di particolare inaccessibilità, quindi, quando i cittadini si trovino nell’impossibilità di isolare i locali all’interno dei quali insistono sciami di insetti, impossibilità di allontanamento, sia pur temporaneo, delle persone vulnerabili, situazione di crisi per gruppi sociali, dimensioni straordinarie degli sciami o dei favi, rischio o difficoltà di accesso ai siti, situazioni in cui siano necessari strumenti e mezzi in dotazione ai Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco di Perugia e di Terni.