A Collepino di Spello, castello medioevale del Subasio, si è deciso di proseguire la raccolta di firme per chiedere la differenziata, in attesa di una risposta del sindaco di Spello Moreno Landrini, al quale una settimana fa è stata consegnata la petizione con le firme degli abitanti della frazione, ma anche di spellani e turisti secondo i quali “almeno d’estate, quando aumenta considerevolmente la produzione di rifiuti del paese, è necessaria”.

Per sottolineare la gravità dell’assedio dei rifiuti a Collepino è stata realizzata una simbolica installazione alla porta del paese con cartoni e bottiglie. Via Twitter, intanto, è arrivata agli abitanti di Collepino di Spello solidarietà da tutta l’Umbria.