Con il suono della sirena della fabbrica è ripresa questa mattina l’attività produttiva all’Elettrocarbonium di Narni Scalo, ora di proprietà della M2I dopo la decisione della Sgl Carbon, nel gennaio 2014, di fermare e cedere gli impianti dell’unico stabilimento in Italia specializzato nella produzione di elettrodi di grafite. Sono una quarantina i lavoratori già riassorbiti dalla nuova proprietà, che saliranno a 60 entro il mese di agosto e potrebbero aumentare ulteriormente in base ai livelli di produzione che verranno raggiunti. Dagli impianti questa mattina è stato sfornato il primo elettrodo del nuovo corso.