Proseguirà anche nei prossimi anni il rapporto di collaborazione tra le Regioni Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Marche per lo sviluppo di politiche comuni in materia di cartografia, rilevamento, conservazione e diffusione dell’informazione geologica e delle sue applicazioni tematiche”. È quanto sottolinea l’assessore regionale Giuseppe Chianella rendendo noto che, su delega delle 4 Giunte regionali, i dirigenti delle strutture competenti hanno firmato il rinnovo, per ulteriori cinque anni, del protocollo d’intesa attivo dal maggio 2012. Già sono state omogeneizzate le banche dati geologiche regionali per circa 3000 chilometri quadrati e sono in corso attività che porteranno ad omogeneizzarne ulteriori 3000. La commissione tecnica di coordinamento che sovraintende alle attività interregionali dell’intesa sta predisponendo il “continuum” territoriale unitario per l’intero territorio delle quattro regioni a partire dalle banche dati disponibili presso le rispettive strutture regionali. Sono in corso le attività del progetto “Italrad” con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare per la realizzazione della carta della radioattività naturale che, allo stato attuale, è stata già realizzata in Toscana ed è in corso di realizzazione in Umbria.