La formazione professionale è una delle nuove frontiere della rappresentanza sindacale, a maggior ragione nel contesto economico e industriale italiano, che tra i suoi punti deboli presenta lo scarso investimento in capitale umano. Per questo motivo, la Fim Cisl nazionale continua a promuovere sul tema una forte proposta formativa per i suoi sindacalisti. Proprio in questi giorni si sono ritrovati al Romitorio di Amelia, Centro nazionale di formazione della Fim, trenta dirigenti provenienti da ogni parte d’Italia per consolidare il progetto Rewind che la Fim ha messo in campo da alcuni anni per lo sviluppo e la diffusione della formazione professionale e continua in tutte le aziende. Si tratta di un tema contrattuale forte e innovativo – si legge in una nota del sindacato – che mentre punta alla valorizzazione del lavoro e al riconoscimento economico e professionale dei lavoratori, si pone anche come fattore di crescita dell’innovazione dell’impresa.