Sono iniziate da qualche giorno, alla stazione ferroviaria di Terni, le attività propedeutiche al varo di 3 pile di sostegno del percorso pedonale sopraelevato tra Piazza Dante e Via Proietti Divi, la principale opera del Progetto Integrato Territoriale del Comune di Terni. Le attività legate alla realizzazione della passerella sopraelevata – una lingua di 200 metri a 7 metri d’altezza – della nuova viabilità e dei relativi parcheggi a servizio della nuova infrastruttura dovrebbero concludersi per la primavera del 2016.

Durante lo svolgimento dei lavori verranno alternativamente interessate alcune zone comuni della stazione – dai sottopassaggi, a porzioni di marciapiedi a servizio dei binari, all’atrio d’ingresso lato nord – e i percorsi alternativi verranno evidenziati da una cartellonistica dedicata. Saranno realizzati di una serie di ascensori che collegheranno l’atrio con il sottopassaggio lato Orte e con i binari 2-3-4 e 5 e della nuova pensilina del marciapiede a servizio dei binari 2 e 3, marciapiede che verrà anche rialzato allo standard europeo di 55 cm, per facilitare l’accesso e l’uscita dai treni. L’intervento verrà completato dall’inserimento di percorsi tattili per non vedenti. E’ in via di approvazione, infine, la progettazione esecutiva dell’intervento di manutenzione delle strutture architettoniche e della facciata principale nonché la riqualificazione generale degli spazi interni dell’atrio. Circa 1,5 milioni il valore economico di quest’ultimo intervento che, sommato ai 700mila previsti per ascensori, pensiline e binari, porta a circa 2,2 milioni di euro l’investimento complessivo di RFI per la stazione di Terni.