I lavori di riqualificazione del polo geriatrico Le Grazie, finanziati con un investimento di 1,7 milioni di euro, porteranno entro l’anno alla creazione di 70/75 posti letto, in parte dei quali saranno sperimentate soluzioni innovative con i medici di medicina generale per evitare l’ospedalizzazione degli utenti. Il progetto prevede la creazione di palestre, aree riabilitative, spazi di socializzazione ed accoglienza per pazienti e familiari, la realizzazione di un giardino terapeutico per gli utenti affetti da Alzheimer e l’attivazione di un centro diurno. In particolare sarà razionalizzata la distribuzione delle stanze di degenza, con la realizzazione di stanze di due soli posti letto, dotate di bagno in camera e climatizzazione. Nella zona della riabilitazione verrà ampliata la palestra e sistemati i bagni e gli spogliatoi. Sarà realizzato un vano di collegamento tra l’edificio che ospita le RSA e l’edificio Day Hospital, permettendo la movimentazione dei degenti da un edificio all’altro. Gli edifici saranno adeguati alle norme di prevenzione incendi e sarà completamente ristrutturata l’impiantistica. Per la gestione dei servizi sanitari è stato definito, con l’Azienda Ospedaliera, nell’ambito dei programmi di integrazione interaziendale, un protocollo d’intesa che prevede il coinvolgimento degli specialisti della struttura dipartimentale di Geriatria e Lungodegenza del “Santa Maria”.

Alla riqualificazione del polo geriatrico si affianca l’altro grande progetto di ristrutturazione della “Domus Gratiae” con un intervento che interesserà oltre 2000 metri quadri di strutture e 5000 di spazio e giardino esterni, il sostanziale potenziamento dei servizi di riabilitazione, passando dagli attuali 12 posti letto a 22 che, insieme agli altri dieci nuovi posti letto allestiti da circa tre mesi all’ospedale di Amelia, potranno dare una prima significativa risposta nella riabilitazione intensiva. I lavori di rifunzionalizzazione e riqualificazione sono già iniziati e riguardano in questa prima fase il secondo piano della struttura, senza interruzione del Servizio di Riabilitazione.