Prevede la stipula di convenzioni per realizzare forme di cooperazione flessibili in cinque macroaree, il documento programmatico per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei comuni dell’Alto Orvietano di cui si è discusso nel corso dell’incontro di questa mattina tra il prefetto di Terni, Gianfelice Bellesini, e i sindaci di Fabro, Ficulle, Monteleone d’Orvieto, Montegabbione e Parrano. Presente anche il primo cittadino di Orvieto Giuseppe Germani. Le convenzioni, che non agiscono in maniera strutturale sugli assetti amministrativi, dovrebbero essere stipulate – spiega una nota della prefettura – entro il giugno prossimo dagli enti interessati. Riguardano il settore demografico, amministrativo, scolastico; finanziario, tributi, personale; tecnico; polizia; e Suape (Sportello unico delle attività produttive ed edilizie). Il piano serve a dare attuazione ad un obbligo normativo – attualmente fissato al 31 dicembre prossimo – e consente all’ambito territoriale di poter accedere ad incentivi e misure di premialità, come quelle previste dalla disciplina sulle aree interne. Viste le attuali difficoltà di funzionamento della macchina amministrativa evidenziate dal sindaco di Parrano, Vittorio Tarparelli, in merito alla carenza di professionalità nell’organico comunale, oggi – riferisce ancora la prefettura – sono state inoltre valutate tutte le misure possibili, già nell’immediato, per far fronte alle maggiori criticità, anche grazie alla disponibilità assicurata dal sindaco di Orvieto e con l’auspicato coinvolgimento di Provincia e Regione.