Solo poco più di un’azienda su dieci, in provincia di Terni, vede la partecipazione di “under 35″ nella gestione dell’attività, così la Camera di commercio corre ai ripari, entrando nelle scuole per trasferire la voglia di fare impresa. Torna infatti anche quest’anno il progetto “Faccia a faccia con l’impresa” promosso e organizzato dall’ente camerale. Un pool di imprenditori sta già entrando nelle scuole secondarie del territorio per illustrare ai ragazzi la strada percorsa per avviare l’azienda. I dati, in linea con la media nazionale, dicono che al 31 dicembre 2014 le imprese giovanili (in cui la partecipazione di persone under 35 risulta superiore al 50%) erano il 10,7% del totale (2.037 in valore assoluto), mentre a livello umbro il 9,9%. La media italiana raggiunge l’11%. Si lavora di più nel turismo con il 15,1% delle imprese under 35 iscritte al Registro camerale, segue il settore del commercio (12,8%) e le costruzioni (12,4%). Il progetto “Faccia a faccia con l’impresa” ha coinvolto negli ultimi anni oltre 2.500 studenti e tutti gli istituti secondari superiori con la partecipazione di quaranta imprenditori. Oltre alle attività di formazione, orientamento ed educazione di base all’imprenditoria, la Camera di commercio offre la possibilità a laureati e diplomati di svolgere uno stage retribuito presso aziende del territorio. Al momento le richieste riguardano l’inserimento di ingegneri e laureati in economia e commercio.