Il Regolamento regionale che dal 2011 definisce le procedure per la produzione di energia da fonti rinnovabili ed individua le aree e i siti non idonei all’installazione di specifiche tipologie di impianti ha dato risultati positivi, ma c’è comunque la disponibilità della Regione Umbria ad aggiornarlo”. È quanto ha affermato l’assessore regionale all’Ambiente Silvano Rometti nel corso della riunione con sindaci ed assessori dell’Orvietano convocata per approfondire le tematiche territoriali, ambientali e delle ricadute sociali derivanti dalla realizzazione sul territorio di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Si è convenuto, sulla base delle esperienze maturate direttamente sul territorio, sulla necessità di procedere ad una revisione della regolamentazione attuale che tenga conto dei reali fabbisogni energetici del territorio, delle possibili interferenze degli impianti con i centri abitati e che preveda interventi di compensazione territoriale e sociale, in modo da garantire la concreta sostenibilità degli interventi.