La Città di Narni possiede un ricco patrimonio archivistico che si compone dell’archivio storico pre-unitario che va dall’XI secolo all’Unità d’Italia e dell’archivio storico post-unitario che va dall’Unità d’Italia al 1974 e per gli anni a seguire dall’archivio di deposito costituito dal carteggio prodotto negli ultimi 40 anni.

L’Amministrazione Comunale, oltre ad interventi sull’archivio di deposito, ha provveduto nel 2013, con un finanziamento del Comune e della Regione Umbria, ad un primo intervento mediante un progetto generale di riordino della documentazione postunitaria. Con questo intervento sono state inventariate 445 unità archivistiche su un totale di circa 3000. Le schede informatizzate dell’archiviazione sono state inserite nella banca dati della Regione Umbria che ha avviato già da qualche anno un progetto di raccolta dati dei beni culturali della regione.

In questi giorni l’Amministrazione Comunale, grazie ad uno specifico contributo concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, ha ripreso la schedatura informatizzata dell’Archivio storico comunale post-unitario. Con questo intervento si prevede di inventariare almeno un terzo delle rimanenti unità archivistiche giacenti relative all’archivio postunitario.