Consegnata quest’oggi, al Ministero per i Beni e le attivita’ culturali, tutta la documentazione aggiornata a sostegno della candidatura della Giostra della Quintana di Foligno quale patrimonio immateriale dell’Unesco.

A richiedere un supplemento informativo era stato lo stesso dicastero al quale i promotori della manifestazione si erano rivolti.

“Si tratta – spiegano – di alcune schede relative a tutti gli elementi che sono alla base della manifestazione, il consenso certificato dallo Statuto del Comune di Foligno, dalla presenza della Quintana nel novero dei beni immateriali della Regione Umbria, dagli interventi degli intellettuali, dalle citta’ gemellate e da tutto il popolo della Quintana. Nelle nuove schede consegnate a Roma – aggiungono i responsabili – si racconta il passaggio della Quintana da manifestazione storica ad etnoantropologica. L’Unesco valuta proprio questo aspetto delle manifestazioni, che devono esaltare i valori della pace e dell’integrazione dei gruppi sociali”.