È aperto il bando 2015 indetto da Servizio idrico integrato di Terni e Ati 4 per aiutare a pagare le bollette d’acqua le famiglie in difficoltà economica e sociale. Il Fondo utenze deboli prevede, come nel 2014, un contributo di 150 mila euro. “Quest’anno il Fondo utenze deboli – ha detto il presidente Puliti illustrando le più importanti novità – è stato esteso anche alle associazioni Onlus. Molti di questi soggetti infatti si occupano di famiglie in difficoltà e quindi ci è sembrato opportuno estendere la misura anche a loro in modo da poter intercettare questi bisogni. – ha ricordato poi il presidente – è una delle pochissime esperienze in Italia di questo genere e il nostro obiettivo è migliorare il numero di adesioni che nell’ultima edizione ha sfiorato le 1.500, in crescita rispetto al 2013”. “Abbiamo intenzione di confermare il Fud anche per il 2016”, ha anticipato il direttore generale dell’Ati Spinsanti, il quale ha sottolineato l’importantissima collaborazione delle associazioni dei consumatori. Al Fud possono accedere le famiglie con un reddito fino a 12mila euro riferito all’Isee 2013. Il bando è uscito il 23 febbraio e fino al 15 giugno è possibile presentare la domanda che si può scaricare dai siti www.siiato2.it, www.ati4umbria.it o sui siti di Adiconsum, Adoc, Federconsumatori e Cittadinanzattiva. Per depositare la richiesta si può utilizzare la mail segreteriasii@arubapec.it, oppure inviare una raccomandata A/R alla sede Sii di Via 1° maggio, 65 a Terni o ancora recarsi in tutti i front office Sii di Terni, Narni, Amelia, Orvieto e Fabro o ancora consegnarla a mano alla sede della consulta dei consumatori in Via Bramante a Terni o infine agli uffici di cittadinanza dei Comuni del territorio provinciale. Per aiutare le famiglie a presentare correttamente la domanda è attivo un servizio di assistenza continuo che coinvolge i front office Sii, i Comuni interessati e le associazioni di consumatori. Saranno fornite informazioni e sarà data assistenza per evitare che errori nella compilazione delle domande comportino esclusioni dai benefici. Entro 60 giorni dalla chiusura del bando la Consulta dei consumatori stilerà la graduatoria in base alle domande pervenute e i contributi saranno erogati nella prima bolletta utile.